lunedì 27 ottobre 2014

Rubrica del Lunedì. Aspetti percettivi del colore


Abbiamo parlato di colori, di luce, di colori primari e di sintesi additiva e sottrattiva.
Ma è importante sottolineare che ci sono altri due aspetti che vanno a rendere un colore percepibile in maniera diversa dall'occhio umano: la luminosità e la saturazione.
Se qualcuno di voi utilizza software per il fotoritocco avrà sicuramente avuto esperienza nell'utilizzo di questi due strumenti, che vanno a modificare un colore fino a dargli la tonalità desiderata.
Per fare un esempio, quando parliamo di verde possiamo intendere un'infinita varietà di gradazioni del verde, dalle più luminose e accese alle più scure e cupe. E' esattamente di questo che andiamo a parlare oggi:

La luminositàLa chiarezza di un colore è legata all'ampiezza dell'onda che crea una sensazione di maggiore o minore luminosità: indica la quantità di luce riflessa, ovvero quanto è luminoso un colore. Un colore è tanto più luminoso quanto meno nero contiene, quindi ne consegue che i colori più chiari sono quelli che riflettono più luce..
Possiamo dire che il bianco riflette la luce al 100% mentre il nero allo 0%.

La saturazioneLa saturazione indica invece il grado di purezza di un colore. La saturazione massima si verifica nel momento in cui un colore non contiene alcuna parte di bianco né di nero, né di qualsiasi altro colore, quindi avviene solo nei colori dello spettro solare.

Ci sono però anche alcuni aspetti esterni che possono condizionare la percezione di un colore, e che infatti ci permettono di vederlo non sempre nello stesso modo. La conoscenza di questi aspetti è indispensabile per chi opera nella comunicazione visiva.
Riuscite ad immaginare quali potrebbero essere? Provate ad indovinare...
io intanto vi dò appuntamento a lunedì.